Uno spot chiamato scuola

Gianfranco da Milano segnala l’interessante norma che prevederebbe la possibilità di inserire spazi pubblicitari nelle scuole. Paradossalmente è una norma che, al di là di tutte le polemiche, non è negativa. Da un lato gli istituti avrebbero la possibilità di incrementare i loro fondi, sempre più scarsi a causa dei tagli all’istruzione; dall’altro si risolverebbe in un colpo il problema sui simboli religiosi nelle aule: il crocifisso potrebbe sparire da sopra la lavagna, ma ricomparire negli spazi pubblicitari, e così tutte le altre rappresentazioni confessionali. Emergerebbero solo le religioni ricche, va da sé, oppure quelle più seguite, e il filtro economico creerebbe una soglia di sbarramento alle mille richieste avanzate da parte delle pià svariate confessioni.

Scherzi a parte, l’idea di inserire spot a scuola si scontra con un principio che, almeno fino alla scorsa generazione, era fondamentale: la scuola ha l’incarico di dare nozioni e strumenti necessari a cavarsela nella vita. A scuola ci si aspetta di trovare indicazioni neutre, o comunque contestualizzate, e la pubblicità non è una di queste. Ma forse diamo troppo valore a una scuola che, negli ultimi anni, ha perso il suo smalto tra docenti poco preparati, studenti svogliati, strutture poco recettive, principi latitanti (abbiamo visto da un sondaggio che copiare ormai è considerato accettabile da tutti, insegnanti inclusi), riforme continue che destabilizzano, demoralizzano e non concludono. Magari, piuttosto, sarebbe l’ora di tutelare dagli spot la televisione, che ormai risulta l’unica vera maestra (purtroppo) per tanti giovani.

—-

Torino 2006 – Ai nostri microfoni oggi Daniela Grill, direttore di Radio Beckwith, per verificare come procedono i Giochi invernali nelle Valli valdesi tra iniziative culturali, evangelizzazioni sul campo e – ovviamente – tanto sport di alto livello.
Lo speciale si può, come di consueto, ascoltare online e scaricare per il podcasting.

—————————-

Analisi, commenti e riflessioni sui temi del momento nel programma musica&parole: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11 sulle frequenze di crc.fm.

Pubblicato il 22 febbraio, 2006 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: