Un dono per capire IL dono

Prima Bill Gates, ora Warren Buffett: i due uomini più ricchi del mondo decidono di dedicarsi alla beneficenza, il primo lasciando del tutto la sua azienda per seguire in prima persona la fondazione cui ha assegnato cifre di rilievo; il secondo donando l’85% del suo patrimonio alla stessa fondazione. Tra i motivi, il desiderio di non trasformare i suoi figli in “nababbi pigri”, ma anche quello di avere meno pesi sulla coscienza sul piano spirituale: «Ci sono parecchi modi di andare in Paradiso: questo è uno dei migliori».

Ammirevole l’impegno di questi miliardari, che oltre ad aver avuto dalla vita una buona fortuna, hanno avuto anche la coscienza di capire come usarla, e quanto male possa fare. D’altronde chi non ha faticato per guadagnarsi un patrimonio non avrà il senso della ricchezza, e rischierà di dilapidarlo: è una legge sociale che purtroppo si ripete con frequenza.

Ma non solo: piace questa idea di fare del bene, e di seguire attivamente, come decide di fare Bill Gates, l’impegno umanitario che ha finanziato: dovrebbe essere una regola anche per noi cristiani avere cura di ciò che ci è stato affidato, evitando quindi di affidare a caso la nostra beneficenza senza poi seguire con attenzione gli sviluppi del nostro impegno economico, per quanto esiguo possa essere. Donare significa essere partecipi, ed essere partecipi richiede più di un dono: richiede preghiera, impegno, comunicazione con le opere interessate dal nostro dono, in caso anche collaborazione.

Interessante, in conclusione, l’aspetto “spirituale” della decisione di Buffett: certo, contrariamente a quanto ha affermato (forse ironicamente) distribuire i propri beni non porta in Paradiso; ma se ha capito che “è più difficile per un cammello passare per la cruna di un ago piuttosto che per un ricco andare in paradiso”, concetto molto difficile per chi ha un bel gruzzolo da parte (basti vedere, nel vangelo, la reazione del giovane ricco), allora può capire anche molte altre cose, compreso il senso più profondo del dono di Dio.

—————————-

Analisi, commenti e riflessioni sui temi del momento nel programma musica&parole: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11 sulle frequenze di crc.fm.

Pubblicato il 27 giugno, 2006 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: