Media, quando l’appello non basta

L’Alleanza evangelica chiede al nuovo direttore generale della Rai uno spazio sui canali pubblici per le realtà evangeliche non rappresentate da Protestantesimo. Non ha torto: ormai gli evangelici che non si riconoscono nel protestantesimo storico (e liberale) sono la percentuale ampiamente maggioritaria degli evangelici; per questo sembra anomalo, e singolare, che una percentuale minoritaria abbia uno spazio (e lo usi, giustamente, come ritiene: non vogliamo entrare nel merito), mentre la restante maggioranza non abbia un programma, e non possa avvalersi nemmeno di qualche informazione corretta quando nei tg si parla dell’ambiente evangelico.

Forse l’AEI è stata un po’ troppo prima di chiedere qualcosa di ragionevole come uno spazio televisivo (e radiofonico, speriamo). Se ci muoviamo solo nel 2006, però, un motivo c’è, ed è il disinteresse degli evangelici per i media: convinti che evangelizzare si declini solo nei concetti di “culto con appello”, “volantinaggio”, “musica e testimonianze”, i più non colgono le potenzialità dei mezzi di comunicazione. Sono pochi i credenti, e ancor meno le chiese, che davvero comprendono e sanno fare televisione, radio, giornali, o che sanno usare i canali che esistono già. E, quando se ne avvalgono, nella maggior parte dei casi i programmi restano identici per decenni (mentre si sa, i media e la percezione degli spettatori cambiano gradualmente stagione dopo stagione).
In generale potremmo dire addirittura che pochi sono coloro che sanno comunicare tout court, e in queste condizioni non c’è niente di strano se nessuno ha chiesto nulla fino a oggi, salvo recriminare sporadicamente sull’assenza degli evangelici da ogni spazio mediatico. Bene, quindi, l’appello dell’AEI; ora però sarebbe forse il caso per l’Alleanza di creare un minimo di coscienza collettiva sul piano mediatico: anche perché, se ottenessimo lo spazio, dovremmo anche essere in grado di gestirlo.

—————————-

Analisi, commenti e riflessioni sui temi del momento nel programma musica&parole: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11 sulle frequenze di crc.fm.

Pubblicato il 30 giugno, 2006 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: