Bibbie e indignazione

«Pesanti multe per chi prega e roghi di Bibbie ordinati dai giudici contro credenti cristiani: prosegue senza sosta la persecuzione contro le minoranze religiose in Uzbekistan». La notizia viene riportata dall’agenzia di stampa Asianews.

Sorvoleremo sulla libertà di religione, concetto che per certe realtà religiose non è nemmeno concepibile.

Allo stesso tempo però attendiamo con interesse di sapere quale sarà la reazione del mondo cristiano di fronte a un’offesa – il rogo di Bibbie – che travalica ampiamente, come gesto, la pubblicazione di quattro vignette su un leader spirituale. E, se vogliamo, anche rispetto alla bonaria imitazione del segretario di un capo religioso.

Pubblicato il 29 novembre, 2006 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: