Di scienza in fede

Aldo Grasso, critico televisivo del Corriere, si chiede su Magazine “Perché l tv laica non nomina mai Dio”. Partendo dal “superficiale, irridente, ideologico” libro del matematico Piergiorgio Odifreddi che sbeffeggia la fede, Grasso ricorda che Piero Angela – esempio massimo di servizio pubblico Rai – non ha mai, nei suoi programmi, citato Dio. E non per sensibilità: semplicemente perché non lo ritiene elemento utile da considerare. In questo si allinea alla posizione di Odifreddi: “Diversamente dalle religioni, la scienza non ha dunque bisogno di rivendicare nessun monopolio della verità; semplicemente ce l’ha”. Una posizione che si fa pericolosa, perché passa dalla scienza, disciplina fatta di prove e verifiche, all’assioma: dal test al dogma. E in questi termini, che differenza c’è tra chi dice “la scienza ha ragione senza bisogno di dimostrarlo”, e chi afferma invece “Dio c’è, e non ho bisogno di dimostrarlo?”. Che delusione, una scienza che si fa fede.

—————————-

Analisi, commenti e riflessioni sui temi del momento nel programma musica&parole: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11 sulle frequenze di crc.fm.

Pubblicato il 29 marzo, 2007 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: