Eppure magari…

La Bibbia è ancora un testo decente: l’autorità per le comunicazioni di Hong Kong non ha accettato il ricorso di oltre duemila cittadini, impegnati a chiedere che la Bibbia venga considerata “pubblicazione indecente” per i passaggi di sesso e violenza che vi si leggono.

Sicuramente l’authority ha agito con buonsenso, e sarebbe stato quantomeno singolare trovare da ora in poi a Hong Kong le copie della Bibbia incellofanate, con l’adesivo “vietato ai minori”, nascoste nel retro delle librerie.

Anche se un dubbio potrebbe venire: chissà, magari il sottile fascino del proibito avrebbe aumentato l’interesse di tanti che, normalmente, non degnano la Bibbia nemmeno di uno sguardo.

—————————-

Da non perdere:
musica&parole, in diretta ogni giorno dalle 10 alle 11 su crc.fm
– I commenti quotidiani di media&fede

Pubblicato il 21 maggio, 2007 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: