Essere civili

Ministri di culto di tutte le fedi alle Molinette di Torino: la direzione dell’ospedale, visto il moltiplicarsi dei pazienti acattolici, ha preso una decisione unica in Italia, contattando tutte le realtà rappresentate sul territorio nazionale (o per semplificare, quelle che superano i 30 mila membri) per stabilire un protocollo sull’assistenza spirituale dei malati e sui “comportamenti da assumere in caso di decesso di persone non cattoliche”, che abbiano particolari esigenze rituali. Tra le realtà contattate ci sono ortodossi, ebrei, testimoni di Geova, musulmani, induisti, buddisti e Chiesa di scientology (da notare: in quanti sapevamo che gli adepti in Italia sono più di trentamila?), oltre alla realtà protestante, probabilmente – e sperabilmente – in rappresentanza del multiforme mondo evangelico.

Sicuramente è un gesto di buona volontà, quello delle Molinette, che il direttore generaler Giuseppe Galanzino si affretta a definire dettato da “bisogno di pluralismo e multirazzialità, e non certo di proselitisimo”. Troppo spesso nelle strutture pubbliche l’ossequio va più alla norma che alla persona, e la rigidità prende il posto di quella buona volontà che permetterebbe di dare la giusta serenità a chi si trova in situazioni critiche: tanto più in un ospedale, o con una persona cara appena deceduta.

Da rilevare anche il ruolo attivo – segnala La Stampa – nell’apertura verso le altre fedi da parte del cappellano cattolico dell’ospedale Giampaolo Pauletto: chi ha avuto da fare come ministro di culto con ospedali, carceri, caserme o altre strutture pubbliche sa che la disponibilità su quel versante – essenziale talvolta addirittura per ottenere il via libera alle visite – non è così scontata, né così comune. Pauletto, con questa disponibilità, ha saputo dimostrare tolleranza e intelligenza, ma soprattutto un valore importante sia nel contesto cristiano, sia in quello laico, e di questi tempi particolarmente trascurato: il valore che ha un comportamento civile. Niente di più: semplicemente civile.

—————————-

Da non perdere:
musica&parole, in diretta ogni giorno dalle 10 alle 11 su crc.fm
– I commenti quotidiani di media&fede

Pubblicato il 20 giugno, 2007 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: