Cattivi esempi

Mercoledì 6 agosto. Percorro una strada provinciale dove il limite di velocità, come avviene spesso nel nostro Paese, è sottostimato rispetto alle condizioni della strada: 50 chilometri all’ora nonostante non ci siano incroci, abitazioni o altri elementi di pericolo.

Tento, per quanto possibile, di non esagerare troppo rispetto al limite quando dietro di me arriva, di gran carriera, un’altra auto, che senza grossi problemi (e ci credo!) mi supera. A ruota mi sorpassa anche un’auto della Guardia di Finanza, senza lampeggiante né sirena.

Giovedì 7 agosto. Sono fermo in fila in attesa del verde. Accanto a me passano i soliti automobilisti che, per sentirsi vivi, hanno bisogno di fare i furbi: sanno benissimo che la loro corsia è cieca e dopo pochi metri dovranno immettersi nella fila di chi aspetta paziente. In mezzo a loro – incredibile dictu – una vettura della polizia, senza lampeggianti né sirene: passa lemme lemme arrivando fin dove può e poi, arrivato il verde, si incunea davanti a me insieme agli altri furbi, risparmiando così qualche metro di fila.

Provo massimo rispetto per le autorità, e ammirazione per chi dedica la via al servizio degli altri. Proprio per questo mi urta le volte in cui questa fiducia viene delusa.

Pubblicato il 8 agosto, 2008 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: