Rosso di vergogna

Nuovi tentativi di dare una spiegazione scientifica al passaggio del Mar Rosso: stavolta è tale Carl Drew a ipotizzare che «un robusto vento, stimato in 100 chilometri orari, proveniente da oriente che soffia per oltre dodici ore sul Mar Rosso avrebbe potuto sospingere le acque oltre una vecchia ansa formata dal congiungimento di un antico fiume e una laguna».

L’ipotesi di Drew spiegherebbe il fatto narrato in Esodo 14:21 («Allora Mosè stese la sua mano sul mare e il Signore fece ritirare il mare con un forte vento orientale, durato tutta la notte, e lo ridusse in terra asciutta. Le acque si divisero»); peccato solamente che la sua tesi non regga nemmeno poche righe, considerato che  il versetto successivo parla di acque che «formavano come un muro alla loro destra e alla loro sinistra».

Certo, da uno studioso ci saremmo aspettati un’analisi del testo un po’ più accurata; e, dai tanti giornali che hanno riportato la notizia, una selezione più rigorosa.

media&fede | evangelici.net

Pubblicato il 21 settembre, 2010 su media&fede. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: