Preghiere oscurate

“So help me God”: si è chiuso ancora una volta così, con l’invocazione a Dio, il giuramento di Barack Obama, che dalla terrazza di Capitol Hill a Washington ha inaugurato il suo secondo mandato presidenziale nel corso di una cerimonia solenne, tutto sommato breve e decisamente intensa tra discorsi, brani, poesie, preghiere.

D’altronde gli americani le cerimonie le sanno organizzare. basterebbe questa considerazione, scontata finché si vuole, per concludere che l’Inauguration Day per il secondo mandato di Obama si vendeva da sé. Sarebbe bastato un accompagnamento discreto, come sapeva fare il compianto Frajese, e la traduzione simultanea per rendere lo spettacolo degno di venire seguito anche dal pubblico italiano.E invece, chissà perché, a noi italiani non basta mai. Dobbiamo aggiungere, commentare, chiosare: parlare, parlare, parlare.

Stavolta chi voleva seguire la cerimonia di insediamento che inaugurava ufficialmente il secondo mandato di Barack Obama aveva la possibilità di farlo in diretta attraverso Rainews24, che schierava il neodirettore Monica Maggioni, e TgCom24, dove a condurre le danze in studio era Luca Rigoni.

Chi si è collegato verso le 17.30 ha potuto seguire, punteggiati da commenti e precisazioni spesso superflue, i discorsi introduttivi, il giuramento del vicepresidente Biden e poi di Obama (con la mano sinistra appoggiata non su una, ma su ben due Bibbie), la poesia di Richard Blanco (presentato ampiamente come “latinoamericano e gay”: interessante che, in un clima ostentatamente egualitario come quello attuale, si ritenga ancora di dover rimarcare a ogni occasione le differenze etniche o affettive), le voci di Kelly Clarkson (stella di “American Idol”) e Beyoncé.

La cerimonia di insediamento prevede, per consuetudine, anche una preghiera di benedizione impartita di norma da un pastore evangelico: dopo le numerose invocazioni affidate a Billy Graham, nel 2009 era stata la volta di Rick Warren, e stavolta, con un cambio in corsa, è stato il reverendo Luis Leon a elevare l’intercessione per Obama. Peccato che il pubblico italiano non abbia potuto ascoltarlo, perché Monica Maggioni ha preso la parola («mentre la preghiera si conclude»: sarebbe durata ancora un paio di minuti) per divagare su Blanco, mentre Luca Rigoni, congedando il suo ospite Carlo Rossella, ha addirittura lanciato la pubblicità.

Peccato. Le ultime edizioni dell’Inauguration Day avevano testimoniato una maggiore sensibilità da parte dei giornalisti italiani nei confronti di un momento così significativo, e sembravano ormai relegati a un passato remoto i tempi in cui, in Rai, una nota giornalista copriva con ostinazione l’intera preghiera, senza curarsi di chi avrebbe voluto seguire anche quella fase della cerimonia.

Immaginiamo le polemiche – e le pronte scuse – se la stessa sorte fosse toccata, per qualche motivo, al poeta “latino e gay”; di fronte a un pastore silenziato, invece, solo silenzio.

Sarà che certe minoranze fanno più tendenza, e che i loro sostenitori sono più rumorosi, insistenti, invadenti. Sarà che i valori di altre minoranze sono invece mal sopportati perché considerati scomodi, retrò, o addirittura deteriori (quante volte i cristiani si sono sentiti zittire citando il luogo comune che «la fede è una cosa privata»?), e che i loro sostenitori provano quasi imbarazzo a far valere le loro convinzioni anche nell’ambito di un dialogo improntato alla civile convivenza.

Sia come sia, viene da concludere che certe minoranze, per i media, meritano meno attenzione rispetto ad altre. E che, da parte dei diretti interessati, non si sta facendo un granché per cambiare le cose.

“So help me God”, invocava ieri Obama. Sì, che Dio ci aiuti.

media&fede | evangelici.net

Annunci

Pubblicato il 22 gennaio, 2013 su editoriali, media&fede. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: