Vergarolla, la strage dimenticata

Vergarolla.jpgIl 18 agosto di settant’anni fa, su una spiaggia di Pola, un boato squarciò l’allegro pomeriggio di sole, mare e gare di nuoto: l’esplosione a catena di ordigni bellici ufficialmente disinnescati, che ignoti avevano riattivato, provocò oltre ottanta vittime. Il numero esatto non si saprà mai: decine di corpi vennero letteralmente polverizzati da uno scoppio impressionante, percepito a distanza come un terremoto.

La strage di Vergarolla rimase per decenni senza colpevoli (nel 2008 alcuni documenti desecretati hanno gettato una nuova luce sui fatti, confermando i sospetti della prima ora sulla matrice terroristica della tragedia, e recenti testimonianze confermerebbero quella pista); la vicenda segnò un trauma per la comunità italiana e rese ineluttabile l’esodo da Pola, destinata a passare definitivamente sotto la nuova amministrazione jugoslava come il resto dell’Istria.

La maggior parte dei giornali italiani ignorò la vicenda mentre qualche testata politica ne approfittò per mistificare i fatti; i libri di storia continuano a non citare la prima, drammatica strage del dopoguerra italiano.

Eppure è la nostra storia. Un passato da non dimenticare. Nessuna recriminazione, ma nessun oblio. Valgono ancora oggi le parole espresse ai funerali dal vescovo di Parenzo e Pola, Radossi: «Non scendo nell’esame delle cause prossime che hanno determinato un simile macello; io rimetto tutto al giudizio di Dio (…) al quale nessuno potrà sfuggire nell’applicazione tremenda della sua inesorabile giustizia».

Pubblicato il 18 agosto, 2016 su editoriali. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: