Guida alla settimana – 20/8/2016

logo_guida

Com’è andata la settimana?
Breve percorso ragionato
tra fede, valori, morale

Rieccolo, il Trump delle mille sorprese: al suo ultimo incontro con i pastori evangelici in Florida – lo avevamo preannunciato nello scorso numero – il candidato repubblicano alla Casa Bianca ha dichiarato, con una certa dose di ironia, che essere un buon presidente “è probabilmente l’unico modo che ho per andare in Paradiso”.
Ha poi promesso di dare voce alle chiese, in particolare per consentire loro di parlare di politica abolendo una norma che, di fatto, lo vieta. L’unica speranza è che abbia ragione quel noto telepredicatore, quando ha precisato che Trump è credente, ma la sua fede è “in fasce”.

In Europa, intanto, il sindaco francese che ha vietato il burkini sulle spiagge ha dato vita a un dibattito decisamente vario, in cui le posizioni si sono rivelate fluide e gli estremi, plasticamente, si sono incontrati. Piccoli drammi estivi per dimenticare i drammi veri. Per questo abbiamo voluto raccontare la vicenda con un po’ di ironia.

Scomparso a 95 anni Ettore Bernabei, a lungo direttore generale della Rai e grande esperto di televisione. A lui, e alla sua casa di produzione Lux vide, si devono decine di film sulla Bibbia. Il Corriere della Sera lo ricorda riproponendo un’intervista in cui parla di televisione (con una provocazione: “la tv è atea”) e del rispetto dovuto ai credenti nella realizzazione di film e programmi.

Capitolo Olimpiadi. Avevamo accennato sullo scorso numero ai numerosi atleti che, in occasione dei Giochi di Rio, hanno parlato pubblicamente della loro fede.
Tra i tanti avevamo raccontato – bruciando sul tempo le agenzie, si parva licet – la vittoria delle Figi nel torneo olimpico di rugby a 7 e l’esultanza dei giocatori, che al termine della finale pregavano in campo. Quello che non si è visto nella diretta proposta dalla Rai è stato un momento particolarmente toccante: gli atleti, abbracciati, hanno elevato un canto di lode della tradizione figiana, Da sa qaqa’. Il video (grazie a Pierfrancesco A. per la dritta) è qui.
Dando un’occhiata in rete si scopre che i rugbisti figiani amano esprimersi con il canto comunitario, e già in precedenti occasioni hanno trasformato la squadra in un improvvisato coro di chiesa (e, va detto, sono pure bravi).

A proposito, sorvolare sulle manifestazioni di lode pare un’abitudine piuttosto diffusa per le emittenti: stando a quanto denuncia Cbn, perfino la BBC avrebbe tentato di glissare sulle esternazioni di Usain Bolt in occasione della sua vittoria.

Veniamo all’elenco degli atleti che hanno approfittato dei Giochi per parlare di fede. Ringrazia Dio il neocampione olimpico sudafricano Wayde van Niekirk, che con la sua vittoria ha fissato anche il nuovo record del mondo sulla distanza: «La sola cosa che posso fare ora è dare lode a Dio. Ogni giorno, piegato sulle mie ginocchia, ho chiesto al Signore di avere cura di me… ho chiesto al Signore di accompagnarmi nella gara, e sono veramente felice per questa opportunità». La sua fede è testimoniata anche sui suoi scarpini, dove ha scritto “Gesù, sono tuo. Serviti di me”.

Anche la medaglia d’oro nel salto triplo, Christian Taylor, parla di fede nelle interviste e ha ringraziato i suoi sostenitori su Twitter scrivendo “Il potere della preghiera è incredibile!”.

È credente Allyson Felix, la velocista USA più decorata di sempre (sette medaglie in bacheca, e non è finita); forse la ricorderete, è l’atleta che si è vista sfilare l’oro sui 400 metri piani grazie a un tuffo sul traguardo (regolare, anche se inconsueto) da parte di Shaunae Miller: «ho accettato Gesù nella mia vita da giovane – ha spiegato Allyson -, la fede guida la mia vita».

Da parte sua anche la vincitrice Shaunae Miller, portabandiera delle Bahamas, ringrazia Dio per la vittoria: «Offro a Dio il mio ringraziamento e la mia lode. È stato lui a portarmi fin qui. È un momento emozionante per me, ma ringrazio e lodo Dio… non ce l’avrei fatta senza di lui».

È credente anche Christine Ohuruogu, campionessa del mondo sulla stessa distanza, reduce da una stagione difficile. Ohuruogu si dice delusa dalla sua performance olimpica,ma non scoraggiata: «Sono convinta che ogni cosa succede nel posto giusto, al momento giusto e per le giuste ragioni… a volte si tratta solo di mettere insieme i pezzi del puzzle nel giusto ordine. A volte la gente pensa che se preghi tutto andrà per il meglio, tutto sarà meraviglioso. Non è per niente così. Però, se comprendi che esiste un quadro più grande, questo mette ogni cosa nella giusta prospettiva».

Per una campionessa delusa, una offsider esulta: Maya DiRado, nuotatrice, ha vinto medaglia d’oro nei 200 dorso. La sua propettiva cristiana sullo sport – segnalata Franklin Graham – è notevole: «Non credo che a Dio importi molto delle mie bracciate. Far parte della squadra olimpica non è il mio scopo principale. Credo che Dio abbia a cuore la mia anima, e se sto diffondendo il suo amore e la sua misericordia attorno a me».

Se non vi basta, c’è un’altra mezza dozzina di atleti cristiani, tra cui il golfista Bubba Watson.

Passando alla cucina, ci sarà anche un pastore evangelico tra i dodici aspiranti pasticcieriche parteciperanno alla nuova edizione di Great British Bake Off (la versione italiana viene trasmessa da Real Time): si chiama Lee Banfield, ha 67 anni (ed è il candidato più anziano). Pare non sia la prima volta che Bake Off ha tra i suoi concorrenti un cristiano confessante: due anni fa fu la volta di Martha Collinson, 17 anni, la più giovane tra i partecipanti.

A casa nostra, invece, bel colpo per il collega Joshua Evangelista, della chiesa evangelica di Pescara, che piazza un valido reportage su un dramma storico datato 1893, il massacro degli operai italiani nelle saline della Camargue.

Venendo all’attualità, si è svolto dal 3 al 10 agosto a Giacarta, in Indonesia, un incontro internazionale per giovani leader evangelici, promosso dal Movimento di Losanna. La cosa interessante è che lo segnala anche l’Osservatore romano, che ricorda come il Movimento «raccoglie comunità cristiane, in gran parte dell’universo pentecostale, con lo scopo di rendere sempre più efficace la missione dell’annuncio dell’evangelo», e l’incontro – un migliaio i partecipanti da oltre centocinquanta Paesi – ha puntato l’attenzione su “una rilettura sempre più ecumenicamente condivisa della storia della croce di Cristo, che ha cambiato il mondo», sul “significato di Dio nella storia delll’umanità”, sui “problemi della missione dei tempi presenti”, sulle “difficoltà che esistono all’interno delle singole comunità nel vivere a pieno la comunione evangelica”.

A proposito di persecuzione: la storia di Fratello Andrea è ora è stata rivisitata a fumetti. Il volumetto, realizzato da Porte Aperte, vuole raccontare ai più piccoli le avventure del missionario che venne soprannominato “Contrabbandiere di Dio” per le sue incursioni nell’Europa dell’est con un Maggiolino carico di Bibbie.

Angolo amarcord: cinque anni fa ci lasciava improvvisamente la promettente Miriam Narducci delle Voci di Sion.

Questa settimana la pagina culturale è piuttosto ampia. Interessante incrocio sull’Osservatore Romano, dove è comparsa una recensione, a cura di Anna Foa, de “Gli ebrei di Lutero”, volume di Thomas Kaufmann, docente protestante. Il libro di Kaufmann, docente di storia della Chiesa all’università di Gottinga, tenta di conciliare il primo Lutero, filosemita, con il Lutero maturo, di posizione diametralmente opposta. Secondo Kaufmann, scrive Foa, «Il filo rosso è… il ritorno alla purezza della primitiva Chiesa evangelica, una lettura dell’Antico Testamento in chiave cristiana: per Lutero, come la Chiesa cattolica aveva abbandonato la purezza primitiva, così gli ebrei si erano allontanati dai testi sacri corrompendosi con il Talmud… Ma ora che la Riforma di Lutero ha avviato una trasformazione radicale della Chiesa, con il ritorno alla purezza dei testi, nulla più impedisce agli ebrei di abbracciare il cristianesimo».

Sempre sull’Osservatore, nel raccontare John Henry Newman e la sua critica alla “religione del giorno” («fatta dagli uomini, assumendo elementi cristiani che sono al momento piacevoli e ignorando altri che appaiono poco utili o in contrasto con il pensiero dominante»), Hemann Geissler cita l’evangelico Dietrich Bonhoeffer e le sue parole sulla “grazia a buon prezzo”: «La grazia a buon prezzo è la predica del perdono senza penitenza, è il battesimo senza ascesi della comunità, è la cena senza la confessione dei peccati, è l’assoluzione senza pentimento personale. La grazia a buon prezzo è grazia senza sequela, grazia senza croce, grazia senza Gesù Cristo, Figlio di Dio vivo e incarnato».

Dalla teologia all’arte: sapevate che Keith Haring, astro della street art, ha concluso la sua carriera realizzando un trittico a tema religioso? L’opera, ispirata alla vita di Cristo, è ospitata in una cattedrale di New York (grazie a Ricky R. per la segnalazione)

Dall’arte alla tv: oggi (sabato 20) alle 12.15 e alle 20.30 su Tv2000 Monica Mondo intervista Gioele Dix, l’attore che ha scelto “il nome di un profeta minore, uno che ha profetizzato poco”, e che non ha mai fatto mistero della sua passione per la Bibbia.

Dalla tv alla musica: l’uscita del disco di Biagio La Perna, vincitore di J-Factor 2015, come di consueto annuncia che sono in scadenza i termini per partecipare all’ottava edizione del talent show cristiano, in programma quest’anno sabato 26 novembre a Milano. Gli interessati hanno tempo fino al 31 agosto per farsi avanti.

Chiudiamo con una citazione agostana di dieci anni fa: “Chi è Freud paragonato a Dio? Se non guarda verso il cielo, l’uomo non è nulla”. Parola di Gerard Depardieu.

Il libro che riscopriamo insieme questa settimana nel nostro Spazio libri è “Sincerità”, di Andrea Tagliapietra.

Buona settimana con l’estratto di Riflessi etici (si parla di senso civico).

Annunci

Pubblicato il 20 agosto, 2016 su guida alla settimana. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: