Verso il cambiamento

Dopo una serie di colpi di scena, giravolte, mosse tattiche e voltafaccia, a tre mesi dalle elezioni abbiamo un governo: il nuovo presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha giurato insieme ai suoi ministri e iniziato a lavorare per il cambiamento che campeggia nel frontespizio dell’accordo tra gli ex contendenti (divisi da una differenza di prospettive espressa plasticamente già nel modo di definire quelle pagine, che per gli uni sono “programma”, per gli altri “contratto”).

La fase delle valutazioni preventive lascia il posto al momento delle speranze (con qualche eccezione): «speriamo che il Governo che giurerà oggi – scriveva Francesco Riccardi ieri su Avvenire – ci sorprenda per l’equilibrio, la competenza e la misura ben conosciute e riconosciute in alcune delle personalità che ne sono parte. Perché l’indecente canea scatenata contro il saggio e paziente presidente Sergio Mattarella nelle ore successive al primo tentativo di formare una compagine giallo-verde dà la misura dei miasmi che ancora aleggiano e che potrebbero tornare ad avvelenare il clima delle prossime settimane e mesi».

Annunci

Pubblicato il 2 giugno, 2018 su guida alla settimana. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: